• Laboratorio clinico
NOVITA': Medicina del lavoro - Disbiosi test - Mineralogramma

PRESSO LA BIOANALISI CENTER E' POSSIBILE ESEGUIRE I CONTROLLI  EMATOCHIMICI RELATIVI ALLA MEDICINA DEL LAVORO .

E' INOLTRE POSSIBILE FORNIRE UN MEDICO COMPETENTE.

DISBIOSI TEST

Disbiosi Test

Il DISBIOSI TETS è un semplice esame di laboratorio che si effettua su un campione di urine.

Nel nostro intestino convivono batteri buoni e cattivi:quelli buoni lavorano per assorbire e trasformare in anticorpi i nutrienti assunti con l’alimentazione (oligoelementi, proteine, carboidrati, minerali,ecc).
Il buon equilibrio intestinale dipende dal lavoro dei batteri buoni che forniscono all’organismo le armi (gli anticorpi) contro infezioni e malattie. Basti pensare che l’intestino produce circa il 70% degli anticorpi del nostro sistema immunitario mentre soltanto il 30% viene prodotto da linfonodi e milza. Ed è facilmente comprensibile, se si pensa che l’intestino deve difenderci tutti i giorni dalle sostanze estranee che ingeriamo con l’alimentazione.

 

Il DISBIOSI TEST consiste nella quantizzazione di due sostanze presenti nelle urine: lo scatolo e l indicano.

Queste molecole, che normalmente sono presenti nelle urine dei soggetti eubiotici (cioè sani) in tracce (4 -20 mg), risultano aumentate in caso di disbiosi.

Infatti quando i due valori dell’indicano e dello scatolo sono nella norma, allora vuol dire che il soggetto è eubiotico, cioè la sua flora batterica intestinale è in buona salute.

Il disbiosi test ci dà anche alcune indicazioni sul tratto dell’intestino che soffre maggiormente di uno squilibrio della flora batterica: se è alterato il valore dell’indicano, è l’intestino tenue ad essere più sofferente: in questo caso è consigliabile una supplementazione con un probiotico contenente un ceppo batterico colonizzante soprattutto il tenue come il lactobacillus acidophilus.

Se invece è lo scatolo ad essere aumentato, il problema è soprattutto a carico dell’intestino crasso, in particolar modo del colon: quindi sarà preferibile una supplementazione con un probiotico che contenga un ceppo batterico colonizzante il colon, come per esempio il bifidobacter bifidus.

Se risultano alti entrambi i valori, allora vuol dire che il dismicrobismo riguarda sia l’intestino tenue che crasso: in tal caso si opterà per un probiotico ad ampio spettro, che contenga per esempio sia acidophilus che bifidus.

PERCHÈ L’EQUILIBRIO INTESTINALE SI ALTERA

Vi sono svariati motivi, cibi contaminati da fertilizzanti, conservanti, alimentazione scorretta, farmaci, lassativi,antibiotici,tranquillanti, ecc e Ambiente (temperature non adeguate al periodo climatico), sono le principali cause della Disbiosi.

L’intossicazione dell’organismo che ne deriva è responsabile delle patologie più o meno gravi di seguito descritte:

  • Predisposizione ad infezioni ricorrenti, allergie, intolleranze ,malattie autoimmuni.
  • Infezioni da funghi, particolarmente la candida ed herpes.
  • DISTURBI DELL'UMORE: stanchezza, irritabilità, difficoltà di concentrazione, depressione.
  • Diarrea, stitichezza, meteorismo.
  • Cefalee, in genere associate ad astenia (debolezza).
  • Acne ed altre affezioni cutanee.
  • Vaginiti ed infezioni delle vie urinarie.
  • Disturbi digestivi.
  • Osteoporosi, reumatismi.
  • Ritenzione dei liquidi.
  • Obesità e refrattarietà alla perdita di peso con le diete.
  • Insonnia.


Per ripristinare l’equilibrio e tornar a stare bene, in genere non è sufficiente la somministrazione di fermenti lattici o lactobacilli, anche se in capsule. Come sempre la terapia dipende dall’individuazione delle cause della Disbiosi, dal quadro complessivo, dalla persona e dalla situazione del momento. In alcuni casi , non potendo eliminare la fonte (ne è un esempio la diarrea che colpisce gli studenti prima di un esame !), è possibile agire rafforzando la flora batterica intestinale in modo da riportare in equilibrio tutto l’organismo.

La terapia probiotica dura di solito tre mesi, a seconda della gravità della disbiosi.

Alla fine della terapia è consigliabile effettuare un disbiosi test di controllo, per essere sicuri della normalizzazione dei valori di indicano e scatolo.

MINERAOLOGRAMMA

MINERALOGRAMMA (capelli)

COS’E': con il test sul capello è possibile valutare i livelli assoluti dei minerali nutrizionali più
importanti presenti nell’organismo, e l'eventuale scostamento, in carenza o in eccesso, dal
range di normalità; si può evidenziare un’eventuale presenza di minerali tossici; si possono
ricavare i valori dei principali rapporti tra i vari minerali nutrizionali, ritenuti fondamentali
per il funzionamento dei processi ossidativi a livello cellulare. Questi rapporti tra minerali ci
permettono di stimare la velocità delle reazioni di ossidazione, e quindi di produzione
energetica, nelle cellule dell'organismo, l'attività del Sistema Nervoso Autonomo, in
particolare in relazione al suo ruolo nella gestione dello stress tramite la regolazione del
sistema endocrino.

BIOANALISI CENTER | 28, Via Trinacria - 90144 Palermo (PA) - Italia | P.I. 04240500829 | Tel. +39 091 520399   - Cell. +39 338 3835621 | Fax. +39 091 520399 | bioanalisicenter@libero.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy