Intolleranze alimentari

rapidi METODI DI DIAGNOSI DELLE 
INTOLLERANZE ALIMENTARI A PALERMO

Bioanalisi Center a Palermo è all'avanguardia per metodi di diagnosi delle intolleranze alimentari. Le intolleranze alimentari sono reazioni non tossiche (legate cioè alla suscettibilità individuale verso determinati alimenti e non causate dalla presenza di tossine nell'alimento) in cui sono coinvolti meccanismi patogenetici diversi dal sistema immunitario. Le intolleranze alimentari agiscono in relazione alla quantità di alimenti non tollerati ingeriti (sono infatti dose-dipendente) e con un fenomeno di accumulo di tossine nell'organismo, il quale determina l’insorgere di sintomi spesso sovrapponibili a quelli delle allergie.
Richiedi le tue analisi

INTOLLERANZE ALIMENTARI
Metodica ELISA

Tra i metodi di diagnosi delle intolleranze alimentari disponibili a Palermo, i migliori risultati si ottengono con la metodica ELISA, in grado non solo di riscontrare il tipo di allergie, ma anche di valutare l'entità dell'intolleranza. In questo modo è possibile individuare anche quella quota di pazienti che prima erano rilegati in un limbo diagnostico. Possiamo quindi suddividere le allergie agli alimenti in due categorie:
  1. allergie immediate in cui vengono prodotti gli anticorpi IgE;
  2. allergie ritardate dette intolleranze in cui vengono prodotti gli anticorpi IgG.
La metodica ELISA disponibile presso la Bioanalisi Center  a Palermo permette proprio di dosare gli anticorpi IgG verso gli antigeni alimentari e di evitare l'insorgere di patologie come l'alteriosclerosi nei bambini obesi.
Tecnico di laboratorio al microscopio

Confronto tra test esistenti

Confronto metodi di diagnosi delle intolleranza alimentari
  • Test immunoenziamatici: sfruttando la metodica ELISA sono in grado di misurare le concentrazioni enzimatiche degli anticorpi IgG verso alcuni estratti alimentari. Il siero del paziente messo a contatto con le proteine degli alimenti si colorerà in maniera più o meno forte in base alla quantità di IgG presenti nel siero. Il test determina la presenza di un'intolleranza e la quantifica. È la metodica più affidabile.
  • Test citotossico: il sangue viene messo a contatto con gli alimenti. Se l'alimento non è tollerato i globuli bianchi si modificano. Permette di valutare 4 diversi gradi di tolleranza. L'estrema soggettività dell'analisi, la scarsa ripetibilità e l'influenza dell'ambiente sul ph del sangue non lo rendono attendibile al 100%.
  • Test DRIA: test kinesiologico che comporta l'esposizione del paziente a vari alimenti e in contemporanea la misurazione della capacità di contrazione del muscolo quadricipide. Tra i metodi di diagnosi delle intolleranze alimentari più utilizzati ma di dubbia attendibilità.
  • Test elettrici come l'elettroagopuntura di Voll EAV, il bioscreening, il biostrengt, il Sarm test, il Moratest e il Vegatest: misurano lungo i meridiani classici dell'agopuntura cinese una microcorrente elettrica ricavata da elettrodi cutanei. Non accettati dalla scienza ufficiale.
  • Test del capello: non esiste nessuna pubblicazione ufficiale che validi questa metodica.
  • Pulse test: non ci sono prove scientifiche che ne attestino la validità.

Allergie alimentari

NON CONFONDIAMO ALLERGIE E INTOLLERANZE!
Le allergie alimentari sono delle reazioni non tossiche (legate cioè alla suscettibilità individuale verso determinati alimenti e non causate dalla presenza di tossine nell'alimento) mediate dal sistema immunitario. Possono essere allergie IgE mediate (determinano il coinvolgimento della classe di anticorpi costituita dalle immunoglobuline E) oppure non-IgE mediate. In entrambe la risposta clinica si basa su una reazione immunologica anomala ma, mentre la patogenesi delle prime è ben conosciuta, le reazioni non-IgE mediate coinvolgono meccanismi umorali o cellulari non ben delineati.

A differenza delle intolleranze alimentari, i sintomi delle allergie alimentari si manifestano all'assunzione anche di piccole quantità dell’alimento scatenante: entrambe possono essere rilevate tramite metodi di diagnosi delle intolleranze alimentari a Palermo.

La dieta mediterranea

Dopo essersi sottoposti a metodi per la diagnosi delle intolleranze alimentari a Palermo, i pazienti che ricevono un esito positivo devono curarsi con regimi alimentari appropriati, che prevedono l'esclusione degli alimenti responsabili del disagio.

La dieta deve essere affidata a un esperto nutrizionista in grado di escludere gli alimenti senza determinare scompensi nutrizionali. Le diete prevedono liste in cui sono indicati i cibi sconsigliati e i cibi consigliati.

PER CHI FOSSE INTERESSATO, PRESSO BIOANALISI CENTER A PALERMO, SPECIALIZZATO IN METODI DI DIAGNOSI DELLE INTOLLERANZE ALIMENTARI, È POSSIBILE EFFETTUARE UNA CONSULENZA NUTRIZIONISTICA ED EVENTUALE DIETA PERSONALIZZATA.
Share by: